Massimizza il rendimento del tuo sito rispettando la privacy: Google Consent Mode v2

google consent mode v2

Indice

1. Che cos’è Google Consent Mode v2
2. A chi è rivolto questo aggiornamento
3. Perché attivare Google Consent Mode v2?
4. Le piattaforme CMP
5. Come Google Consent Mode migliora le tue campagne

Che cos’è Google Consent Mode v2?

Google Consent Mode v2 è una tecnologia di Google volta ad aderire alle recentissime normative sulla protezione dei dati riguardanti il consenso, come il GDPR dell’UE, la Direttiva sulla Privacy e il Digital Markets Act. Questa soluzione consente di rispettare la privacy degli utenti e, al tempo stesso, massimizzare l’utilità dei servizi Google come Google Ads o Analytics.

A chi è rivolto questo aggiornamento

L’utilizzo di Google Consent Mode v2 è utile per chiunque utilizzi gli strumenti che Google mette a disposizione e in particolare tutti gli inserzionisti con presenza in Europa o che svolgono attività sul territorio europeo.

Perché attivare Google Consent Mode v2?

Attivando Google Consent Mode v2, è possibile monitorare le visite su Google Analytics e le conversioni di Google Ads, anche da parte degli utenti che non concedono il consenso. Questo fornisce agli inserzionisti una visione più completa delle prestazioni delle loro campagne, consentendo decisioni più informate e rispettose della privacy degli utenti. Inoltre, permette di distribuire annunci mirati, utilizzare il budget pubblicitario in modo efficiente, rispettare il consenso dell’utente, utilizzare modelli comportamentali e di conversione per ottenere informazioni utili e migliorare la conoscenza sugli investimenti pubblicitari.

Le piattaforme CMP

Per garantire la conformità normativa, Google consiglia l’adozione di una soluzione software chiamata Consent Management Platform (CMP), che gestisce i processi di raccolta del consenso e integra Google Consent Mode. Le CMP sono fondamentali per le aziende che operano nell’UE o sono soggette a regolamenti come il GDPR, la direttiva ePrivacy e il CCPA. Consentono di ottenere il consenso per i cookie e gestire le preferenze di condivisione dati degli utenti, incluso il diritto di opt-out previsto dal CCPA. Da marzo 2024, l’utilizzo di una CMP certificata da Google e integrata automaticamente con Google Consent Mode v2, come iubenda, è obbligatorio per continuare a utilizzare servizi come Google Ads e Google Analytics per il pubblico europeo.

Come Google Consent Mode v2 migliora le tue campagne

Durante una campagna con Google Ads,  i tassi di conversione possono variare in base allo stato di consenso degli utenti. Da alcune analisi è emerso che, in generale, gli utenti che prestano il consenso mostrano una probabilità di conversione significativamente più elevata rispetto agli utenti che non prestano il consenso, con incrementi che possono essere fino a 2-5 volte superiori. Tuttavia, è importante notare che queste cifre possono variare a seconda del contesto specifico della campagna pubblicitaria.

google ads consent mode v2


L’immagine sopra mostra come i tassi di consenso e i cali/aumenti del tasso di conversione non siano uguali, poiché gli utenti che non danno il consenso tendono a convertire meno frequentemente. Consent Mode v2 contribuisce a migliorare le metriche degli annunci, consentendo agli inserzionisti di ottenere una visione più accurata delle performance, indipendentemente dalle preferenze sulla privacy degli utenti.

Desideri maggiori informazioni su come implementare questa soluzione? Scrivi una mail a info@hetaweb.it oppure chiama adesso.